Milano, 15 lug. (LaPresse) – “La Regione Veneto ha avviato la procedura di attivazione di un’ispezione all’ospedale di Belluno”, in relazione alla morte del 18enne di Sedico, nel Bellunese, Davide Bristot. Lo riporta una nota dell’amministrazione regionale. Il ragazzo è stato trovato senza vita nel letto di casa. La sera prima di morire, secondo quanto ricostruito, era andato nel nosocomio bellunese dopo un forte mal di testa. I medici lo avrebbero visitato e sottoposto a una serie di controlli ma poi lo avrebbero rimandato a casa dopo avergli somministrato una flebo. “Su richiesta del presidente Luca Zaia, l’assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha infatti attivato il servizio ispettivo regionale, che avrà il compito di effettuare una verifica sulle modalità di assistenza ricevute dal ragazzo al pronto soccorso del nosocomio bellunese”, conclude la nota.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata