Milano, 15 lug. (LaPresse) – A maggio le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 34,4 miliardi, in aumento del 39,7 per cento (9,8 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2020. E’ quanto emerge dalla pubblicazione della Banca d’Italia ‘Finanza pubblica: fabbisogno e debito’. Questo andamento rifletterebbe anche lo slittamento di alcuni versamenti fiscali disposto con i decreti emergenziali approvati lo scorso anno. Nei primi cinque mesi del 2021 le entrate tributarie sono state pari a 162,2 miliardi, in aumento del 12,9 per cento (18,5 miliardi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata