New York (Usa), 14 lug. (LaPresse/AP) – Le accuse delle autorità statunitensi contro l’Iran sono “infondate e ridicole”. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Saeed Khatibzadeh, citato dall’agenzia di stampa semiufficiale di Teheran Isna, il giorno dopo che le autorità federali statunitensi a New York hanno annunciato accuse contro quattro agenti dell’intelligence dell’Iran, che avrebbero complottato per rapire un’importante attivista dell’opposizione e scrittrice iraniana in esilio, Masih Alinejad, e portarla a Teheran.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata