Milano, 11 lug. (LaPresse) – “Nel mio libro la definisco la Guerra dei Trent’anni, dal 1992 l’Italia è teatro di uno scontro tra politica e magistratura che deve concludersi in un modo molto semplice: i politici fanno le leggi senza invasione di campo da parte della magistratura, i giudici fanno i processi senza invasione di campo da parte della politica. È un principio che è un po’ un uovo di Colombo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata