Roma, 10 lug. (LaPresse) – “Stiamo lavorando con grande determinazione per tutelare la sicurezza dei nostri cittadini, fermare i flussi migratori irregolari e bloccare i trafficanti di esseri umani”. Così su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio dopo l’articolo pubblicato sulla rivista on-line al-Naba in cui l’Isis ha minacciato l’Italia, citando le parole di Di Maio durante la ministeriale della coalizione anti-Daesh. “Durante l’anti-Daesh – ha spiegato il ministro – abbiamo discusso dell’importanza di combattere le cellule terroristiche non solo in Medio Oriente ma anche in Africa, in particolare in aree come il Sahel dove la destabilizzazione sta producendo proprio l’aumento dei flussi migratori e i traffici di ogni tipo”. “Siamo decisi ad andare avanti sia sul lato militare, potenziando l’azione della Coalizione, che su quello della cooperazione allo sviluppo, supportando le Istituzioni locali – ha proseguito Di Maio – Stabilizzare la Siria, l’Iraq e il Sahel significa fermare all’origine, in stretta cooperazione con i nostri alleati e i Governi interessati, il fenomeno terroristico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata