Firenze, 10 lug. (LaPresse) – “E’ vergognoso che in un mondo in cui ci sono solide legislazioni sui diritti dei lavoratori si possa dire ‘ti licenzio’ a 422 dipendenti con famiglie e bambini con una semplice e-mail. Occorre cambiare la legislazione nazionale e prevedere sanzioni per chi ha comportamenti di questo genere”. Lo ha detto il presidente della Toscana, Eugenio Giani, che questo pomeriggio è andato alla Gkn di Capi bisenzio (Firenze) per incontrare i 422 dipendenti dello stabilimento in assemblea permanente dopo l’annuncio dei licenziamenti collettivi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata