Roma, 9 lug. (LaPresse) – “Cosa è successo in queste ore? Di fronte a una proposta iniziale che, di fatto, smantellava tutto quanto fatto in questi anni, abbiamo combattuto. Con le armi che abbiamo, dentro una maggioranza che sul tema la pensa diversamente da noi. Ma siamo riusciti a ottenere una serie di risultati”. È quanto si legge in un post del M5S, pubblicato sul nuovo portale movimento5stelle.eu, a proposito della mediazione sulla riforma Cartabia della giustizia. “Eccoli, i fatti – ribadiscono i pentastellati -. La nostra riforma della prescrizione vige fino al primo grado di giudizio: l’alternativa era cancellarla”. E ancora: “I tempi della prescrizione per i reati dei potenti, quelli contro la collettività (vedi la corruzione) sono stati allungati: non a caso rappresentanti di alcune forze politiche ieri hanno avuto forti mal di pancia”, i “pm potranno proporre appello anche di fronte a un’assoluzione in primo grado: nel progetto originario non potevano farlo. Il Parlamento non deciderà dei criteri di priorità di indagine: abbiamo evitato che la politica decida chi e quando indagare”. (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata