Roma, 8 lug. (LaPresse) – “Questa sentenza ridimensiona questa vicenda durata sette anni. Mi sono trovato mafioso, corrotto. Non c’è più quel fango che mi era stato tirato addosso. Per me finisce un incubo durato 7 anni che obiettivamente poteva essere evitato”. Così l’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, parlando con i cronisti dopo l’assoluzione in Cassazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata