Bruxelles, 7 lug. (LaPresse) – La legge ungherese “dice che pubblicazioni con rappresentazioni di giovani Lgbtiq non possono essere più mostrate ai minori: praticamente l’omosessualità e la transessualità vengono poste allo stesso livello della pornografia. Questa legge non serve alla protezione dei bambini, viene utilizzata la protezione dei bambini come pretesto per discriminare l’orientamento delle persone, questa legge è vergognosa”. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, nel suo intervento alla plenaria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata