Roma, 7 lug. (LaPresse) – “Quando un rappresentante di uno Stato stato estero consegna una lettera ufficiale al nostro ambasciatore, a legge non approvata, credo che questa mossa sia stata un boomerang, perché ha costretto il Vaticano a fare un passo indietro e il governo a ricordare che l’Italia è uno Stato laico”. Lo dice il deputato del Pd, Alessandro Zan, primo firmatario del disegno di legge contro l’omotransfobia, in una diretta Instagram sul profilo di Fedez.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata