Torino, 5 lug. (LaPresse) – Quella di Cristiano Ronaldo è una “gestione non semplice, ma Ronaldo è una multinazionale, ha degli interessi personali che vanno abbinati con gli interessi della squadra”. Lo ha detto il nuovo allenatore della Lazio Maurizio Sarri, ex tecnico della Juventus e del Napoli, ai microfoni di Sportitalia. “E’ una situazione difficile da gestire, io sinceramente mi ritengo molto più bravo a fare l’allenatore che non il gestore. Mi diverto molto di più in campo. Ci sono anche tanti aspetti positivi, Ronaldo a fine anno i numeri li porta – ha aggiunto – Quando un ragazzo arriva a questi livelli è chiaro che rappresenta un qualcosa che può andare anche oltre la società e la squadra”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata