Roma, 30 giu. (LaPresse) – Andiamo avanti? “Mai indietro”. Così l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte a LaPresse il giorno dopo la rottura sancita da Beppe Grillo. Ci sono rimasto male “ma non tanto per me. Questa svolta autarchica credo sia una mortificazione per una intera comunità che io ho conosciuto bene e apprezzato di ragazze e ragazzi, persone adulte che hanno creduto in certi ideali. E’ una grande mortificazione per tutti loro”, ha spiegato. Conte, in tenuta sportiva, era accompagnato dalla compagna Olivia Paladino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata