Milano, 29 giu. (LaPresse) – “Oggi stiamo facendo il primo passo verso un ampio portafoglio di terapie per il trattamento del Covid-19. Mentre la vaccinazione sta progredendo a velocità crescente, il virus non scomparirà e i pazienti avranno bisogno di trattamenti sicuri ed efficaci per ridurre il carico di Covid-19. Il nostro obiettivo è chiaro, puntiamo a identificare più candidati all’avanguardia in fase di sviluppo e ad autorizzare almeno tre nuove terapie entro la fine dell’anno. Questa è l’Unione europea della sanità in azione”, ha dichiarato la commissaria alla Salute, Stella Kyriakides. I cinque prodotti sono in una fase avanzata di sviluppo e hanno un alto potenziale per essere tra le tre nuove terapie a ricevere l’autorizzazione entro ottobre 2021, l’obiettivo fissato dalla Strategia, a condizione che i dati finali ne dimostrino la sicurezza, la qualità e l’efficacia. La Commissione elaborerà un portafoglio di almeno 10 potenziali terapie per il Covid-19 entro ottobre, basandosi sul lavoro del nuovo gruppo di esperti sulle varianti. Poiché sono necessari diversi tipi di prodotti per diverse popolazioni di pazienti, stadi e gravità della malattia, il gruppo di esperti identificherà le categorie di prodotti e selezionerà i candidati più promettenti per ciascuna categoria in base a criteri scientifici.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata