Milano, 27 giu. (LaPresse) – “Come terapia siamo fermi a febbraio 2020: la terapia che si è dimostrata più efficace è sempre quella con l’ossigeno e il cortisone quando serve. Stiamo facendo studi sugli anticorpi monoclonali, dobbiamo poi insistere sugli antivirali. Alcuni farmaci antivirali hanno avuto effetti migliori, ma una terapia in questo momento non c’è. Non abbiamo il farmaco risolutivo”. Lo ha detto a Domenica In il professor Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani di Roma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata