Roma, 25 giu. (LaPresse) – Il dipartimento di Giustizia Usa ha fatto causa allo stato della Georgia per la sua legge sul voto, lo hanno annunciato il procuratore generale Merrick Garland e il capo della divisione per i diritti civili del dipartimento, Kristen Clarke, sostenendo che la normativa viola la legge sui diritti di voto. “Oggi il dipartimento di Giustizia ha fatto causa allo stato della Georgia”, ha detto Garland accusando che le “recenti modifiche alle leggi elettorali della Georgia sono state promulgate allo scopo di negare o ridurre il diritto di voto dei georgiani neri a causa della loro razza o colore, in violazione della Sezione 2 del Voting Rights Act”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata