Roma, 25 giu. (LaPresse) – Mosca “si rammarica” del rifiuto dell’Ue di tenere un vertice con la Russia, così come della sua decisione di varare nuove sanzioni. Lo ha riferito ai giornalisti il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass. “Ci dispiace di questa decisione”, ha detto il portavoce, “Come sapete, il presidente Putin rimane generalmente interessato a stabilire relazioni di lavoro tra Mosca e Bruxelles”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata