Minneapolis (Minnesota, Usa), 25 giu. (LaPresse/AP) – “Riconosco e sento il dolore che sta provando la sua famiglia”. Così il giudice Peter Cahill rivolgendosi ai familiari di George Floyd in aula prima di condannare l’ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin a 22 anni e mezzo di prigione per l’omicidio dell’uomo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata