Roma, 23 giu. (LaPresse) – “L’ultimo rischio riguarda la coesione sociale e la sostenibilità ambientale . Le fasi di ripresa dalle crisi recenti hanno spesso favorito solo alcune fasce della popolazione, penalizzando i meno abbienti, i più giovani e le donne. Non abbiamo prestato la dovuta attenzione alla crisi climatica, che colpisce soprattutto le aree più fragili del nostro Paese.Questa volta dobbiamo agire diversamente. Ad esempio, dobbiamo mettere in campo politiche attive del lavoro efficaci, per aiutare chi ha bisogno di formazione per trovare un nuovo impiego”. Così il presidente del Consiglio Mario Draghi nelle sue comunicazioni alla Camera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata