Milano, 23 giu. (LaPresse) – “È stato liberato poco fa l’ingegnere Giovanni Calì, rapito il 1° giugno scorso ad Haiti. Il nostro connazionale era stato prelevato presso il cantiere dove lavorava da un gruppo criminale locale. La liberazione, dopo soli 22 giorni, è stata possibile grazie al lavoro quotidiano della nostra intelligence e dell’Unità di crisi della Farnesina, che ha mantenuto giorno dopo giorno i contatti con la famiglia in Sicilia”. Lo si legge in una nota della Farnesina.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata