Roma, 21 giu. (LaPresse) – “Abbiamo vicinanza di vedute su quella che si chiama dimensione esterna, ovvero maggior presenza dell’Ue nel Nordafrica cioè non solo Tunisia e Libia ma anche quei paesi da dove ormai viene la maggior parte dell’immigrazione cioè Sahel, Mali, Etiopia, Eritrea”Così il premier Mario Draghi parlando a Berlino al termine del bilaterale con Angela Merkel. “Occorre che la presenza dell’Ue economicamente, per assistenza tecnica sia più sentita”, aggiuge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata