Roma, 21 giu. (LaPresse) – “Smentisco categoricamente l’ipotesi di spostamento della final four a Roma o a Budapest, non ci sono i presupposti dal punto di vista organizzativo”. Cosi il presidente della Figc, Gabriele Gravina, in conferenza stampa a Casa Azzurri. “Quanto sta accadendo a Budapest desta attenzione ma anche preoccupazione per capire cosa può generare nei 10-14 giorni di incubazione di questo maledetto virus. La Uefa non strizza l’occhio a Budapest”, aggiunge. “Per quanto ci riguarda chiederemo una leggera implementazione del pubblico per i quarti di finale, anche come test per le nostre società in vista del prossimo campionato”, conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata