Milano, 21 giu. (LaPresse) – Dal governo “dicono che stanno lavorando ma da quanto tempo? Intanto le nostre aziende sono chiuse, mentre si balla dappertutto in maniera del tutto illegale e abusiva. Se non ci faranno riaprire il primo luglio, siamo pronti a scendere in piazza e a consegnare le nostre licenze visto che il governo sta favorendo l’abusivismo”. Così a LaPresse Maurizio Pasca, presidente Silb-Fipe, sigla che riunisce le imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo, commentando le parole del ministro della Salute Roberto Speranza sul confronto ancora in corso per la riapertura delle discoteche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata