Barcellona (Spagna), 18 giu. (LaPresse) – “Sono contento di dividere oggi questa tribuna con un grande europeista, un maestro come Mario Draghi. Quando parla il presidente Draghi ai consigli europei tutti rimaniamo zitti e ascoltiamo, non succede sempre ma quando parla lui succede. Oggi abbiamo avuto la possibilità di scambiare opinioni sulla nostra visione per il futuro. Siamo la terza e la quarta economia dell’Ue e insieme rappresentiamo il 25% del Pil europeo. Questa è la forza dei nostri Paesi quando camminano mano nella mano e questo è il modo che abbiamo di collaborare sempre a favore dell’Europa”. Così il premier spagnolo Pedro Sanchez aprendo i lavori del Foro Italia Spagna a Barcellona. “L’accordo sui fondi next generation non sarebbe tale se non fosse per il lavoro svolto insieme in sede di dibattito. Insieme siamo più forti, insieme abbiamo maggiore influenza, sui temi di interesse comune come la questione migratoria, per l’apertura di un dibattito sui vicini del Sud che è strategica sia per l’Italia che per la Spagna”, ricorda.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata