Oscurate oltre 600 risorse web per la trasmissione pirata delle partite di Euro 2020: la guardia di finanza di Roma, nucleo speciale tutela della privacy e frodi tecnologiche, ha smascherato un nuovo articolato sistema basato su piattaforme informatiche di ultima generazione, alimentate simultaneamente da numerose ‘sorgenti di contenuti’ ubicate in Europa e finalizzate alla trasformazione dei segnali audiovideo protetti da diritto d’autore in flussi dati sistematicamente redistribuiti in tutto il mondo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata