Milano, 17 giu. (LaPresse) – Lo stato di emergenza “bisogna valutare quanto deve essere prolungato. E’ evidente che il peggio è alle spalle, ma valutare un modesto prolungamento dello stato di emergenza può aver senso perché dobbiamo completare la campagna vaccinale e gli sforzi maggiori si dovranno fare se ci dovesse essere un calo della richiesta di vaccinazione e quindi dovremo andare quanto più vicino ai nostri cittadini per convincerli alla vaccinazione per poter raggiungere la protezione di gregge. Inoltre, lo stato di emergenza ha un’attualità e importanza a maggior ragione per il periodo autunnale, perché è verosimile che col progredire della vaccinazione e il non arrivo di ulteriori varianti più pericolose staremo come stiamo oggi, ma non possiamo saperlo con certezza. Per questo prorogare lo stato di emergenza ci dà delle garanzie. Se poi a ottobre avremo messo il virus ko in Italia, allora è chiaro che lo stato di emergenza potrà essere interrotto”. Così il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata