Pechino (Cina), 16 giu. (LaPresse/AP) – Il governo cinese ha dichiarato che aprirà le proprie scorte di rame, alluminio e zinco al mercato per aumentare le forniture nel tentativo di contenere l’impennata dei prezzi. Un’impennata che secondo Pechino può interrompere il ciclo di ripresa delle aziende. L’annuncio di arriva dopo che l’inflazione dei prezzi delle materie prime industriali è salita al massimo da 13 anni, in crescita del 9% su base annua. La mossa dell’Ufficio statale delle riserve di grano e materiale è stata riportata dalla TV di stato, che non ha fornito dettagli su quando sarebbe stata avviata l’apertura.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata