Milano, 14 giu. (LaPresse) – La Cina ha accusato il G7 di “manipolazione politica” dopo le critiche contro Pechino sulla questione diritti umani nello Xinjiang e a Hong Kong. L’ambasciata cinese nel Regno Unito, secondo quanto riporta ‘The Guardian’, ha risposto con rabbia, accusando il G7 di “interferire”. “Il Gruppo dei Sette (G-7) sfrutta le questioni relative allo Xinjiang per impegnarsi nella manipolazione politica e interferire negli affari interni della Cina, a cui ci opponiamo fermamente”, ha affermato un portavoce dell’ambasciata in una nota. In una nota il G7 viene additato per “bugie, voci e accuse infondate”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata