Roma, 4 giu. (LaPresse) – “Nel periodo del lockdown abbiamo messo in smartworking la quasi totalità dei dipendenti. Poi si è cominciato a regolare il cosiddetto smartworking al 50%. Uno o due mesi fa abbiamo detto che forse questo tetto poteva essere superato. Ora non c’è più, c’è l’organizzazione dei singoli uffici decisa dai dirigenti, ma garantendo la soddisfazione dei cittadin”. iCosì il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta in conferenza stampa dopo il Cdm.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata