Milano, 1 giu. (LaPresse) – Sul fronte del turismo straniero nel nostro Paese, “per questo primo pezzo di giugno siamo a quasi zero, è molto timido il loro ritorno in Italia in questo momento. Abbiamo già prenotazioni più significative dalla seconda metà di luglio, anche perché per il momento c’è ancora un po’ di incertezza sulle regole per gli spostamenti tra Stati. L’Ue ha già detto che bisogna aspettare il 1° luglio. Le regole di ingaggio sono ancora poco chiare e di conseguenza prenotano solo coloro che sono più avvezzi a viaggiare fuori dal loro Paese, gli altri aspettano di vedere come si evolverà la situazione”. Lo dice a LaPresse la presidente di Federturismo, Marina Lalli, in occasione della ripartenza per il ponte del 2 giugno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata