Roma, 31 mag. (LaPresse) – “Peraltro, negli altri paesi europei che non hanno adottato il blocco, notiamo che non vi è un aumento dei licenziamenti. Questo grazie a sistemi efficaci di ammortizzatori sociali e misure per la liquidità. Il blocco peraltro dovrebbe non essere più operativo in una fase di espansione dell’economia, in cui le prospettive occupazionali sono buone”, aggiunge. “Stupisce, al contrario, che da oltre un anno non facciamo altro che fossilizzare il dibattito pubblico su qesto intervento, quando invece è urgente accelerare sulla riforma degli ammortizzatori sociali, rilancire le politiche attive per il lavoro, nonché sulla formazione professionale per rispondere alla domanda di competenze che spesso non sono reperibili e su cui le imprese sono pronte ad assumere”, continua Mariotti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata