Reggio Emilia, 30 mag. (LaPresse) – Uno dei cugini di Saman Abbas, la 18enne di origini pakistane residente a Novellara (Reggio Emilia) di cui non si hanno più notizie da giorni, dopo essere stato riconosciuto dalle immagini registrate da una telecamera di videosorveglianza, è stato individuato e bloccato dalla polizia in Francia il 21 maggio scorso, con la collaborazione del Servizio di cooperazione internazionale della Direzione centrale della polizia criminale del ministero dell’Interno. In base a quanto ricostruito dai carabinieri, che in questi giorni hanno analizzato il materiale video, riconoscendo due cugini della 18enne, l’uomo si trovava a bordo di un Flexibus partito da Parigi e diretto a Barcellona, dove probabilmente cercava di raggiungere alcuni parenti. Senza documenti, è stato trattenuto in un centro di identificazione e in base agli elementi raccolti a suo carico dalle autorità è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere perché ritenuto responsabile, in concorso, dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della ragazza di Novellara. L’autorità giudiziaria ha anche emesso un mandato d’arresto europeo che è stato inviato alla polizia francese competente. Ieri, a Nimes, le forze dell’ordine lo hanno arrestato e le operazioni di estradizione saranno avviate domani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata