Verbania, 29 mag. (LaPresse) – Al via l’udienza di convalida del fermo davanti al gip Donatella Banci Buonamici al carcere di Verbania per i tre fermati per la tragedia della funivia del Mottarone, Luigi Nerini, Gabriele Tadini ed Enrico Perocchio. Per Tadini, che ha già ammesso di aver lasciato inseriti i ‘forchettoni’ nel freno di emergenza, il legale Marcello Perillo chiederà i domiciliari. La procura ha chiesto la misura cautelare del carcere per tutti e tre i fermati per pericolo di fuga, di inquinamento probatorio e della reiterazione del reato. Accanto al carcere si trova una scuola alla quale è appeso lo striscione ‘Forza Eitan’ in sostegno dell’unico sopravvissuto alla strage.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata