Milano, 28 mag. (LaPresse) – Un numero molto consistente di Pmi – 28 mila, pari al 17,9% – ha subito nel 2020 un calo dei ricavi superiore al 20% in conseguenza della pandemia, il 17,7% considerando la distribuzione del fatturato. Circa 63 mila Pmi hanno contratto le vendite con tassi a una cifra e solo per le restanti 14 mila società (9%) si stima un fatturato in crescita o sui livelli del 2019. In media, il fatturato delle Pmi è atteso in calo del 10,6% tra 2019 e 2020. E’ quanto emerge dal Rapporto Regionale Pmi 2021, realizzato da Confindustria e Cerved, in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata