Milano, 28 mag. (LaPresse) – “Altrettanto rilevante, se non di più, è l’impegno affinché il debito pubblico non si traduca in una riduzione dello stock complessivo di capitale nell’economia ma, al contrario, in una sua crescita”. Lo scrive la Corte dei Conti nel Rapporto 2021 sul coordinamento della finanza pubblica. “E ciò – prosegue la Corte dei Conti – dipenderà, in grande misura, dalle caratteristiche qualitative degli investimenti programmati del Pnrr”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata