Roma, 28 mag. (LaPresse) – C’è piena soddisfazione, è davvero un decreto innovativo che semplifica e rende più efficaci tutti i progetti e le procedure . Sulla governance è stato raggiunto un grande risultato che rende trasparente ed efficiente il grande investimento che stiamo per fare. Soprattutto voglio sottolineare la grandissima soddisfazione per una norma che cambierà il volto del nostro paese sulle pari opportunità per donne e giovani con obblighi di trasparenza e premialità nelle assunzion. Da qui il Pnrr davvero parte”. Così il ministro per le pari opportunità Elena Bonetti parlando con i cronisti fuori palazzo Chigi al termine del Cdm. In particolare sulla governance, tra i punti di critica del suo partito, Italia Viva, al governo Conte, “abbiamo una strategia efficiente che attribuisce le responsabilità alle amministrazioni competenti, è una governance complessiva che mette insieme quello che devono fare le varie parti coinvolte rendendo l’intero processo più fluido”. Con i sindacati “ci sono interlocuzioni, il metodo Draghi sta funzionando non ci sono interessi contrapposti ma tutte le parti coinvolte su un progetto comune che è il bene del Paese e farlo correre”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata