Verbania, 27 mag. (LaPresse) – Gabriele Tadini, uno dei fermati per la tragedia alla funivia del Mottarone, è “affranto e devastato dagli eventi. Non si è ancora reso ben conto di cosa l’aspetta”. Lo dice a LaPresse il suo legale, Marcello Perillo. Tadini è il caposervizio in servizio il giorno dell’incidente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata