Milano, 26 mag. (LaPresse) – “Bankitalia, non fonti sindacali, dice che le persone che sono sicuramente a rischio sono più di 500.000. I dati che noi abbiamo parlano di una platea di lavoratori di due milioni. Il range si piazza tra 500.000 e 2 milioni”. E’ quanto ha detto il segretario generale della Uil Pierpaolo Bombardieri ai microfoni di Rai Radio 1 a proposito del blocco dei licenziamenti. “Pensiamo che sia corretto dare una risposta a lavoratori e lavoratrici per non far scoppiare una ‘bomba’ sociale”, ha aggiunto sottolineando che auspica di “non lasciare nessuno indietro”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata