Roma, 25 mag. (LaPresse) – “In questa settimana – ha sottolineato il leader della Uil – mentre noi chiediamo “zero morti sul lavoro”, qualcuno chiede “zero diritti” e sono le stesse Associazioni datoriali che, in questo anno, hanno avuto il 74% dei finanziamenti dello Stato a favore delle aziende. Venerdì saremo in piazza per far sentire la nostra voce. Centinaia di migliaia di persone – ha concluso Bombardieri – rischiano di perdere il proprio posto di lavoro. Noi siamo sempre per risolvere i problemi e per trovare le soluzioni: speriamo che ciascuno faccia appello al proprio senso di responsabilità per evitare di incendiare il Paese”. Così il segretario generale della Uil, PierPaolo Bombardieri, a margine dell’iniziativa organizzata dall’Ebna, sul tema “Il lavoro artigiano per l’Italia che riparte”, intervenendo sulla questione del blocco dei licenziamenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata