Milano, 24 mag. (LaPresse) – La chiusura dei punti vendita di gioco imposta dal Governo per contrastare la diffusione del contagio, protrattasi per quasi 10 mesi, ha comportato un calo della raccolta lorda su rete fisica pari ad oltre 35 miliardi. Nonostante un aumento della raccolta lorda di circa 13 miliardi sul canale online del gioco legale, a preoccupare gli esercenti è la grande accelerazione del gioco illegale il cui volume d’affari è stato stimato in 22 miliardi di euro circa. E’ la stima di Fiegl, Federazione Italiana Esercenti Gioco Legale di Confesercenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata