Roma, 19 mag. (LaPresse) – “Credo che siamo un po’ in anticipo nel parlare del presidente della Repubblica. E’ Giusto farlo a novembre-dicembre, ora meglio concentrarsi sulle prossime riforme”. Lo dice il ministro per i rapporti con il Parlamento Federico D’Incà a Porta a Porta. “Va ringraziato il presidente Mattarella per il grande lavoro che ha fatto in questi 7 anni, soprattutto nell’ultimo periodo ha tenuto unito il nostro Paese, ci ha guidato nei momenti più difficili, come nell’ultimo governo Draghi. Non va tirato per la giacchetta, è una sua scelta”, conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata