Roma, 19 mag. (LaPresse) –  “Il quadro di sicurezza rimane fragile con potenziali rischi di ripresa di forme di conflittualità a livello locale tra i diversi attori militari o paramilitari sul terreno. Preoccupano i segnali di instabilità in Cirenaica così come in Tripolitania in un contesto caratterizzato da una persistente frammentazione dei centri di potere e militari non solo tra est ed ovest, ma anche a livello locale dove rimangono latenti tensioni tra numerose formazioni armate per il controllo del territorio”. Così il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, nella sua informativa alla Camera  sulla sicurezza nel Mediterraneo alla luce degli ultimi sviluppi.  

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata