Roma, 14 mag. (LaPresse) – Sessantotto senatori del MoVimento 5 Stelle, in una mozione appena depositata a palazzo Madama, chiedono al Governo l’immediato recupero della misura, fortemente sostenuta dai pentastellati, che prevede la cedibilità dei crediti d’imposta per gli investimenti delle imprese in Transizione 4.0. L’atto, firmato tra gli altri dal capo politico, Vito Crimi, e dal capogruppo M5S al Senato, Ettore Licheri, e presentato da Mario Turco, Sabrina Ricciardi, Emiliano Fenu e Steni Di Piazza, ovvero i senatori che hanno depositato emendamenti e disegni di legge ad hoc sulla cedibilità dei crediti fiscali, impegna in particolare il Governo “a prevedere nel primo provvedimento utile che i soggetti beneficiari di crediti d’imposta Transizione 4.0 possano optare per la cessione anche parziale degli stessi crediti ad altri soggetti, inclusi istituti di credito”; e a stabilire “altresì che i cessionari debbano poi utilizzare i crediti ceduti in compensazione con le medesime modalità per la finanza pubblica con le quali sarebbero stati utilizzati dal soggetto cedente e che la quota di credito non utilizzata nell’anno non possa essere usufruita negli anni successivi né possa essere richiesta a rimborso”. (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata