Milano, 12 mag. (LaPresse/Finanza.com) – Poste Italiane ha riportato nel primo trimestre del 2021 ricavi pari a 2,9 miliardi, in crescita del 9,8% su base annua, rispetto ai 2,877 miliardi attesi dal consensus. E’ quanto emerge dal comunicato diramato dalla società, diffuso dopo che ieri eri il Consiglio di amministrazione, presieduto da Maria Bianca Farina ha approvato i risultati finanziari. In merito ai ricavi Poste parla di “risultati solidi che beneficiano del business e di una strategia commerciale focalizzata”. In particolare i ricavi da corrispondenza, pacchi e distribuzione sono stati pari a 917 milioni di euro, in crescita del 18,9% su base annua, con crescita record dei volumi dei pacchi B2C; i ricavi dei servizi finanziari si sono attestati a 1,3 miliardi di euro, in calo del 3,8% su base annua con la raccolta lorda giornaliera nei prodotti di investimento in aumento e superiore ai livelli pre-pandemici. I ricavi dei servizi assicurativi sono stati pari a 496 milioni di euro, in rialzo del +40% su base annua, con premi lordi totali per 5,7 miliardi, per metà generati da prodotti multiramo. I ricavi da pagamenti e mobile sono stati pari a 192 milioni, in crescita del 16,5% su base annua, con crescita a doppia cifra sostenuta dai pagamenti con carta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata