Roma, 11 mag. (LaPresse) – “Avendo avuto responsabilità istituzionali e avendo rispetto delle istituzioni, nel ruolo di presidente del Consiglio non ho voluto far polemiche. Se mi avete visto molto sobrio, con una forza che era in maggioranza e per due mesi, con tutti i suoi esponenti, è andata in televisione e sui giornali, per prima cosa mi sono convinto che ai cittadini non interessassero le polemiche, quindi per questo non ho ceduto. Non per debolezza, ma per restare concentrato sugli interessi dei cittadini italiani”. Così Giuseppe Conte, nelle anticipazioni del Forum del ‘Fatto Quotidiano’, che andrà integrale domani. “Il senatore Renzi, invece, e in questo un po’ lo invidio, è più versatile di me – aggiunge -. Perché la mattina ce lo ritroviamo in Arabia a decantare il neo Rinascimento, spazzando via in un sol colpo tutta la tradizione rinascimentale italiana, e peraltro fiorentina, poi il pomeriggio lo vediamo al pomeriggio fermarsi in autogrill, poi in tutte le televisioni… Io so fare solo una cosa, so lavorare per gli italiani”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata