Roma, 10 mag. (LaPresse) – “Pd e M5S si sono accordati sul secondo turno quando il vincente fra Raggi e Gualtieri sarà appoggiato dal perdente. L’intesa è stata solo posticipata ed oggettivamente era difficile fare di più”. Lo dice a LaPresse il politologo Alessandro Campi, direttore della ‘Rivista di Politica’ in merito alle candidature per le elezioni amministrative di Roma. “Se gli elettori seguiranno questa indicazione? Quelli del M5S che dovevano fuggire a destra lo hanno già fatto quelli del Pd pur di non far vincere le ‘destre’ voterebbero chiunque quindi i due eserciti possono certamente trovare un punto di convergenza”, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata