Milano, 6 mag. (LaPresse) – Candidarsi a sindaco di Milano alle prossime amministrative “mi era stato chiesto ma precedentemente al mio impegno in Regione. Ho ritenuto l’impegno in Regione prioritario quando mi è stato chiesto perché vedo la sanità un punto cardine per poter dare garanzie al diritto alla salute, allo studio, al lavoro: passo tutto attraverso la sanità. La mia scelta è stata di impegnarmi nella sanità”. Così la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti a ‘Oggi è un altro giorno’ su Rai1 rispondendo a una domanda sulla sua possibile candidatura alle comunali a Milano dopo il no di Gabriele Albertini. Alla domanda se glielo avesse chiesto Salvini o Berlusconi, Moratti ha ricordato che “il mio impegno in Regione mi è stato chiesto dal presidente Fontana. Quando si dice un no non è carino dire a chi si è detto il no”, ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata