Roma, 5 mag. (LaPresse) – “Sappiamo di una grande agitazione negli uffici dell’auditorium tra la produzione. La telefonata con l’artista la fa Bonelli, non l’ha chiesta l’azienda, èun’iniziativa dell’agenzia”. Così il direttore di Rai3 Franco Di Mare in audizione in commissione di vigilanza Rai. Capitani, ricostruisce Di mare, era in disparte, poi si avvicina quando l’artista afferma “probabilmente facendo confusione che ‘voi del servizio pubblico avete il potere di censurare chi volete’. Capitani a quel punto interviene.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata