Roma, 4 mag. (LaPresse) – Anche quest’anno niente parata militare e apertura al pubblico dei giardini del Quirinale per la festa della Repubblica del 2 giugno. Per il Colle non è ancora tempo di abbassare la guardia nella lotta al Covid, apprende LaPresse, con manifestazioni che negli anni hanno visto migliaia di persone per le strade del centro storico di Roma mentre le forze armate sfilavano, e altrettante in fila per visitare gli esterni del Palazzo dimora del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La decisione è stata presa da tempo, tant’è vero che fonti della Difesa confermano la cancellazione della tradizionale parata per il secondo anno consecutivo. Si svolgerà invece al Quirinale il tradizionale concerto del primo giugno – senza ricevimento – per i diplomatici, che siederanno nel cortile d’onore del palazzo. Secondo quanto trapela dal Colle, tuttavia, si stanno studiando iniziative alternative all’apertura dei giardini proprio per la festa della Repubblica. Nel 2019 il Colle per l’occasione aveva ospitato 20 mila persone, tra bandierine tricolori e musica suonata dalle diverse bande delle forze armate.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata