Roma, 29 apr. (LaPresse) – “Tra i passaggi fondamentali del processo di rifondazione del M5S io ho proposto l’adozione di una Carta dei principi e dei valori, proprio per definire una identità politica, per evitare che ci possano essere tentazioni e derive opportunistiche”. Così l’ex premier, Giuseppe Conte, a ‘Le Agorà’ di Goffredo Bettini. “Questa Carta deve servire a dare forza alle idee e rendere il nuovo Movimento interprete dei vari e diffusi bisogni delle varie fasce sociali – aggiunge -, di una vocazione che Bettini ha definito trasversale, ma io preferirei popolare, che è la vena più autentica che fin qui ha caratterizzato il Movimento”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata