Milano, 22 apr. (LaPresse) – “Le imprese chiedono una revisione del decreto Dignità per alleggerire i limiti posti alla contrattazione a termine e garantire condizioni di maggiore flessibilità che possano essere di stimolo alla ripartenza. Non interverremo su questo punto nel decreto Sostegni bis che è dedicato ai ristori selettivi dei settori ancora in sofferenza”. Lo dice il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, in Commissione Lavoro e affari sociali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata